Gilda Queiroz e Marta Von Zeidler

Sarà inaugurata il 20 Giugno e proseguirà fino al 20 Luglio la mostra d’arte contemporanea di Gilda Queiroz e Marta Von Zeidler. L’inaugurazione prevista per le ore 18.30 prevede l’incontro con gli artisti e l’apertura ufficiale dell’esposizione.

Le opere saranno visibili presso il Son Cafè Cultural – Praca da Liberdade 450, Patio Interno CCBB a Belo Horizonte.

Alberto Moioli

Será inaugurado no dia 20 de junho e continuará até o dia 20 de julho a exposição de arte contemporânea de Gilda Queiroz e Marta Von Zeidler. A inauguração marcada para as 18h30 inclui o encontro com os artistas e a abertura oficial.

As obras serão visíveis no Son Cafè Cultural – Praça da Liberdade 450, dentro do Pátio CCBB em Belo Horizonte.

Alberto Moioli

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Il 16 Giugno vi aspetto nella splendida Rocca Paolina

Sabato 16 giugno presso la Rocca Paolina, Sala Cannoniera si inaugurerà la Mostra collettiva d’arte

“Energia femminile”.
L’evento organizzato dalla curatrice d’arte Alessandra Anca Palel, si avvale del patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia e della collaborazione con l’Enciclopedia d’Arte Italiana.

avrò il piacere e l’onore di inaugurare la mostra collettiva accanto ai rappresentanti delle istituzioni, l’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia la Dott.ssa Maria Teresa Severini.

In questa straordinaria occasione esporranno gli artisti,  Anastasia Nicoletta, Andreoli Manuela, Arca Mariateresa, Agostini Sandra, Belluigi Letizia, Nadia Betti, Daniela Bertelli, Emiliano Biancalana , Ornella Busti, María Eugenia Cáceres, Walter Capezzali, Carmine Cerbone,  Domenico Di Palo, Patrizia Di Poce, Fausto Ercolani, Maria Antonietta Giannini, Paola Giordano, Michele Martinelli, Penelope Meconi, Maria Luisa Onnorati, Alessandra Anca Palel, Luciana Pasquin, Merice Rizzi, Kseniya Sergyeyeva, Barbara Scaccini, Giovanna Sisani, Fabiana Taddei, Ornella Zuccherini.

La manifestazione itinerante con carattere internazionale “Sentieri di pace e percorsi di consapevezza” di cui fa parte la mostra,  promossa dall’associazione Oxygene, ideata dalla curatrice Alessandra Anca Palel e dall’artista Michele Martinelli, porterà anche quest’anno l’arte  italiana oltre i confini nazionali, nelle mostre d’arte presso il Palazzo del Festival del Cinema di Cannes e Carrousel Du Louvre a Parigi e nel 2019 alla fiera d’arte a Dubai.
La mostra sarà aperta tutti i giorni dal 16 al 29 giugno, dalle 15,30 alle 19,30 con ingresso libero.

VI ASPETTO!!!!!!!!!!!!!!!!!

IN VIAGGIO: DANTE E LA LUCE mostra di Tiziano Gozzani e Luca Bonfanti a Massa

il 7 Aprile inaugura la mostra “In viaggio: Dante e la luce”, a cura di Alice Procopio,  doppia personale, dello scultore massese Tiziano Gozzani e del pittore Luca Bonfanti.

 

fonte:  http://milano900.it/ciclo-tempo-dellessere-tempo-dellesistere-a-massa

Per il secondo anno consecutivo la Diocesi di Massa, Carrara e Pontremoli ospita nella prestigiosa sede della cattedrale di San Pietro e Francesco un ciclo espositivo a cura del Centro Studi Milano ‘900, cui si affiancano l’Associazione Culturale San Domenichino, la Diocesi di Massa Carrara e Pontremoli, Casa Museo Ugo Guidi e, per la prima volta quest’anno, l’Associazione Italia Hong Kong e ContainerLab Association.

Tema e titolo della rassegna, patrocinata dal Consiglio Regionale della Regione Toscana, dalla Provincia di Massa Carrara e dal Comune di Massa, è “Tempo dell’essere, tempo dell’esistere”, declinato sotto diverse angolazioni nelle tre mostre.

La prima, la cui data di inaugurazione è prevista per sabato 7 aprile 2018, intitolata “In viaggio: Dante e la luce”, a cura di Alice Procopio, è una doppia personale, dello scultore massese Tiziano Gozzani e del pittore Luca Bonfanti.

“La discesa verso la luce di Tiziano Gozzani – spiega Alice Procopio – mantiene dell’ascesa l’asprezza del cammino, le difficoltà incombenti e la tensione scaturente dalla dissoluzione graduale del buio, che è peccato ed ignoranza, ed il profilarsi, prima tenue e poi sferzante, della luce, simbolo di conoscenza e beatitudine, mentre in Bonfanti solo piccoli elementi visivi sono sufficienti per condurre alla totale percezione della sua anima con il colore che ci porta direttamente nel flusso impetuoso delle emozioni: immagini specchio dell’essere eterno, dunque, e colore espressione del hic et nunc”.

Il secondo evento presenterà un percorso antologico dei principali gruppi di opere del Maestro Gianni Brusamolino, testimone del XX secolo, appartenenti alla serie Il Fiume e Energenesi e si svolgerà dal mese di giugno fino al termine dell’estate.

La terza mostra verterà sul restauro compiuto dell’affresco di Pinturicchio nel Duomo di Massa, di cui verranno presentate le varie fasi dell’intervento, documentate attraverso gli scatti fotografici di Federico Garibaldi, e avrà luogo a partire dalla fine di settembre fino a chiusura d’anno.

Gli artisti selezionati sono chiamati a confrontarsi con questa tematica tanto difficile da cogliere, delimitare e spesso “accettare”: il “tempo” assume di volta in volta contorni differenti, contenuti mutevoli oscillando tra fisica e metafisica e chiamando l’uomo a coglierne il senso reale del “qui ed ora” o la presenza eterea, sfuggente, non identificabile. Il primo è tempo reale, cronologico, dunque misurabile; un tempo che “batte“ il ritmo della storia, palcoscenico dell’esistenza; un tempo che percepiamo attimo dopo attimo e che segna la nostra presenza fisica in questo mondo, “panta rei”, “tutto scorre”, dice Eraclito. Il secondo è tempo eterno, sospeso, non databile, espressione della pura essenza, ciò che c’è ma che non vediamo, il “tutto è” parmenideo.

“In un’epoca segnata dalle conquiste nell’ambito della fisica segnate dalla rivoluzione einsteiniana, la riflessione sul tempo, fisico e metafisico, trova un’universale, e quindi attuale, interpretazione nelle parole pronunciate nelle Omelie dell’anno liturgico 2009 da Joseph Ratzinger: «E’ l’amore divino, incarnato in Cristo, la legge fondamentale e universale del creato.» Creato, rispetto alla cui nascita San Tommaso d’Aquino, nel secondo libro di Commento alle sentenze di Pietro Lombardo, riprendendo sant’Agostino, sostiene che «nulla fu fatto prima del cielo e della terra, neanche il tempo. Quelle cose infatti furono create con il tempo, non temporalmente e nemmeno nel tempo»”. (Sarah Boglino)

A fare da sfondo alla manifestazione gli splendidi spazi del Duomo di Massa, generosamente messi a disposizione dalla Diocesi locale. Sepolcreto Cybo Malaspina, Cappella delle Stimmate e Chiostro ammantano di silenzio e pace il talento dell’artista, che si fa sostanza viva, e chiamano il visitatore a quel raccoglimento e a quell’introspezione, necessari per cogliere consapevolmente il diverso senso dell’“esistere” e dell’“essere”. Questo ciclo si inserisce all’interno di una programmazione triennale che comprende oltre al ciclo appena descritto per il 2018, un ciclo sul Sacro previsto per il 2019, e sulle Generazioni per il 2020.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Watfaa Wahb – International Artist on “moiolipress”

La ricerca è un grande obiettivo nella mia vita, una causa per cui lottare. Durante la ricerca, le soluzioni e le risposte alle edizioni alle domande della vita possono essere trovate. Introduco un’analisi dal mio punto di vista al pubblico contando su quello che vedo, sogno e immaginazione.

La mia arte è la luce che mi guida alla destinazione. Quando trasferisco le storie, i ricordi, le emozioni, nelle mie performance, compongo e ricostruisco tutti i dettagli partendo da zero. Questo perché l’opera d’arte non è una scena iterativa o un processo, è un altro modo di vedere la nostra vita.

Tutti gli artisti hanno uno strumento di ispirazione come una musa, la mia musa è la vita in tutte le sue differenze contrarie e aspetti ricchi.

Nella mia pittura sto creando il mio mondo, con i miei concetti. Tutti gli elementi dei miei quadri sono realistici: (gli esseri umani con i loro atti, le abilità e le emozioni, gli animali, le case, le foreste, e ogni singolo dettaglio che i miei occhi possono percepire). Quindi, ciò che lo spettatore riceve è un’impressione del mio rapporto con questi elementi, non importa quale sia lo stile.

Attraverso la mia carriera artistica sono stata ispirata da molti impressionisti, espressionisti, astrattisti e molti dei vecchi maestri. Mi ricordo questa citazione per Ingres: “disegna linee…. Un sacco di linee, sia dalla memoria o dalla vita.”

La mia arte è la mia preziosa fonte di gioia e di speranza. È un ottimo modo per esprimere una bella visione e passarla agli altri. “

Watfaa Wahb

VISIT Facebook Page

Questo slideshow richiede JavaScript.

and …

and

Continua a leggere

RAMI ALHAJALI

“This fight is what I call eternity, and this is the main purpose of my work.”

Vi presento con vero piacere Rami Alhajali, ottimo artista dalla storia molto interessante. Qui inizia una nuova storia, “senza titoli”, opere che appartengono ad una nuova pagina professionale del pittore di origini Siriane.

Di Rami Alhajali torneremo presto a parlarne.

Alberto Moioli

 


“Recentemente, ho realizzato sei dipinti con colori ad olio su tela, per me è una nuova partenza, un inizio libero senza titoli. Giorno dopo giorno, passando ambienti diversi, e avendo nuove esperienze, sto raggiungendo i miei obiettivi realizzando il mio sogno, la grande arte, un mondo in cui sto urlando esprimendo il presente per proteggere e mantenere ciò che amo di più.

Questa lotta è ciò che io chiamo eternità, e questo è lo scopo principale del mio lavoro. Al momento sto usando i colori ad olio su tela ma non è detto che in seguito potrei usare altri pigmenti e materiali vari da tecniche miste.

Dipingere è un dono visivo della memoria. Solo un artista ha gli strumenti per comprendere il senso del futuro in esso. Creando l’arte, completa gli elementi dell’eternità.

L’essenza della vita non è trasmessa mettendo in discussione la nostra esistenza. È trasmessa dai sentimenti verso la vita e dal modo in cui si traducono in dialoghi tra esseri umani compreso me stesso.

Nella mia arte, prendo in prestito questi dialoghi per presentarmi e comunicare con loro. 
Dagli eventi, prendo in prestito i desideri e l’ambizione.
Dalle sue sfumature, prendo in prestito sussurri.
Dai ricordi, prendo in prestito la speranza e ogni ispirazione, ho bisogno di creare la mia pittura. “

text by RAMI ALHAJALI

https://www.facebook.com/RamiAlhajaliArtist/

Questo slideshow richiede JavaScript.


Biografia 

Sono nato in Kuwait il 1 ° ottobre 1985. Sono un artista siriano. Sono entrato a far parte della facoltà di belle arti dell’Università di Damasco nel 2005 e si è laureato nel 2009. Mi sono specializzato in incisione e Art Book Design.
Essere esposti a una grande varietà di tecniche mi ha aiutato a scoprire la bellezza dell’arte e mi ha spinto a eccellere in molti di loro.
Nel mio progetto di laurea (murale) 2009, sono stato ispirato da Mahmoud Darwish’s Mural, che era un grande poeta e ha ancora una grande influenza su molti artisti. Ho lanciato un nuovo progetto d’arte nel 2012 e un altro nel 2014, e continuò a lavorare su entrambi fino a 2017. Nel frattempo dovevo trasferirmi in Libano nel 2013. A Beirut, ho trascorso due anni difficili e, infine, mi sono trasferto in Turchia nel 2015 in cui vivo ancora. Quest’anno sarà un nuovo inizio contare su un compendio della mia opera d’arte, un inizio libero senza titoli.

Manuela Andreoli espone a ROMA alla Camera dei Deputati

Sarà presentata a Roma nell’ambito della mostra allestita presso il Complesso di Vicolo Valdina – Camera dei Deputati in Piazza Campo Marzio a Roma il 13 Dicembre 2017 alle 14.30, l’opera di Manuela Andreoli

 

“L’AMORE VINCE il male” – 100×100 tecnica mista su tela – 2016
 


Intuition, New York – curated by Stefania Carrozzini

December 12 – 23, 2017
Opening Reception: Thursday December 14, 6 – 8 pm
Onishi Project: 521 West 26th Street, New York, NY 10001, USA
212.695.8035 / info@onishigallery.com / www.onishiproject.com
Gallery hours: Tuesday – Saturday, 11:00 a.m. – 6:00 p.m.

Marit Geraldine Bostad / Marco Domeniconi / Muriel Hecquet / Marion Schmidtke/Annette Schreiber / Myriam Schryve / Beate Tubach / Brigitte Williams

MyMicroGallery is pleased to present “Intuition”, a travelling group exhibition featuring works by eight artists hailing from countries across the world including France, Germany, Italy, Norway, Switzerland, UK, and United States. They are from diverse backgrounds and have experience in varying mediums including painting and photography.

Created and curated by Stefania Carrozzini, gallerist and independent curator based in Milan, this show’s concept ‘Intuition’ offers the opportunity to reflect on a very important faculty that belongs to all human beings, and is a means for the artists as fuel to their activity and inspiration.

Intuition is such a crucial, essential ingredient for artists and it plays an important role in their artistic process. The point of convergence for this exhibition is the will to express a deep sense of belonging to this dimension.

“Intuition is the spice of life. It gives us joy and fluidity, immediate answers which reflect our inner truth and our real needs. Indeed, when we entrust ourselves to the power of intuition, we reach our utmost self-expression and reality, even in everyday life, it takes on a magic quality, colouring itself with different hues and developing with new possibilities. Intuition is the essence of art in as much as art is the essence of life. It is a faculty we all possess, yet often goes unheeded.

We can state that intuition lies at the basis of the learning process of art, direct perception without the mediation of discursive knowledge, an experience which owes more to immediate vision rather than knowledge which stems from logic (according to a platonic tradition where ideas are visible only to the intellect).

In art, there are many different ways of approaching what is real. One can remain anchored to the technical traditions or let oneself be guided by intuition which confronts us with the need to explore new means of expression.

To have intuition about something is to understand immediately a concept or certain information without conscious reasoning. It is the superior self which speaks, revealing to us the truth guarded in the cosmic archive.”  (Excerpt from essay in the catalogue)

Intuition is a travelling exhibition and the next venue will be Milan at MyMicroGallery February 8 to February 21, 2018

Catalogue available  in gallery

Continua a leggere