UNA NUOVA STORIA di Catia Monacelli

E’ con vero piacere che in forma eccezionale  ospito  in questo spazio un autorevole  contributo esterno offerto da Catia Monacelli.

MATTEO DA GUALDO E LA MANIFATTURA RUBBOLI: UNA NUOVA STORIA
IMG-20150524-WA002 IMG-20150524-WA001

di Catia Monacelli

Chi l’avrebbe mai detto che opere già così importanti per l’Umbria ed ovviamente per la città di Gualdo Tadino, avrebbero avuto un nuovo racconto? Se per caso si capitasse alla mostra IL TESORO D’ITALIA, senza sapere nulla di tutte le fasi di questa grande operazione, rimanere increduli e sbigottiti sarebbe il minimo! Può convivere in uno spazio così compresso tanta storia e tanta bellezza? Sembra proprio di si se a cucire insieme le cose, come in un patchwork, non privo di fantasia e voli pindarici, è Vittorio Sgarbi! E allora attraverso un corridoio non troppo ampio, ma ben curato, ricco di atmosfera e di luce, arriviamo alla sezione dedicata all’Umbria e alle Marche: che spettacolo! Una straordinaria scultura di Pericle Fazzini, sembra indicare il quadro di Scipione, Gino Bonichi, “Il Profeta in vista di Gerusalemme”, al centro i due magnifici vasi a lustro della manifattura Rubboli, provenienti dal Museo Opificio Rubboli, con il loro riverbero denso di riflessi d’oro, di rosso rubino e di verde cangiante. Ai lati dei vasi, a corallorio di tanta bellezza, altredue opere di capitale importanza,a sinistra una ceramica di Leonicillo Leonardi, “Elsa De Giorgi”, proveniente da Palazzo Calicola di Spoleto e a destra il “Ritratto di Francesco dalle opere” del Perugino, arrivato direttamente dalla Galleria degli Uffizzi.E poi finalmente lo scorgiamo, ben posizionato ad angolo, con una luce radente che illumana la tavola dorata, è l’Albero Genealogico della stirpe di David di Matteo da Gualdo, proveniente dalla Pinacoteca del Museo Civico Rocca Flea. Vittorio Sgarbi in merito a quest’ultima opera ha dichiarto: “ricco di incredibili particolari, poche opere come questa mi commuovono così profondamente”.

Informazioni e curiosità

la  mostra è  a ingresso libero, ed è  stato ricavato un apposito spazio espositivo all’interno di Eataly. Il Progetto che vede il sostegno diretto dell’imprenditore Oscar Farinetti, sarà a breve accompagnato dall’uscita del catalogo della mostra, migliaia di visitatori tutti i giorni entrano in questo spazio, monumento celebrativo dell’identità artistica italiana,c he si apre, direttamente nella sala ristorante con i capolavori dell’arte contemporanea  da Burry a Schifano per passare ai maestri storicizzati. Le fotografie di questo servizio sono di Lorenzo Milani al quale va il mio personale ringraziamento.

PAGINA FACEBOOK 

infoline: moiolipress@gmail.com                                                                  web site: www.guidamoioli.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...